I capelli espressione della nostra salute

Capelli

I capelli hanno sempre rivestito un ruolo importante per la bellezza sia delle donne che degli uomini. Fin dall’antichità molte erano le cure che a loro si dedicavano, per la pulizia, per profumarli, per renderli lucidi e morbidi, per acconciarli ed anche per colorarli.

Tradizioni più vicine a noi ci tramandano ricette di vario tipo, a volte anche stravaganti, per il benessere della nostra chioma. Per rinforzare i capelli venivano usati impacchi di olio d’oliva o impiastri (è il caso di dirlo) a base di uova sbattute.

Le ricette tradizionali per renderei capelli belli

Per schiarire o per creare riflessi biondi esisteva solo il decotto di camomilla. Per i capelli bruni si usava l’acqua di bollitura delle castagne (per ottenere, naturalmente riflessi “castani”) oppure l’acqua in cui venivano lasciati in ammollo dei fondi di caffé. L’henné è una pianta esotica che lascia bellissimi riflessi mogano, ma risultati molto simili si ottengono con l’acqua in cui siano state lessate delle belle cipolle rosse. Per rendere i capelli lucidi è ancora in uso il risciacquo con acqua e aceto: l’acidità effettivamente elimina il calcare lasciato dall’acqua e aiuta le squame del capello a richiudersi, con un ottimo risultato estetico. Invece l’abitudine di lavare i capelli con sapone di Marsiglia è sbagliata, perché il pH molto alto di questo detergente provoca l’apertura delle lamelle del capello, rendendolo opaco e ruvido.
Un’altra antica ricetta propone per il problema dei capelli grassi l’impacco con decotto di bardana, una pianta con grandi foglie comunissima nelle nostre campagne. Effettivamente la scienza ha confermato le particolari virtù di questa pianta, molto utile per la regolarizzazione della secrezione sebacea del cuoio capelluto e della pelle in generale.

La ricerca Witt per la salute dei capelli

I capelli sono l’espressione del nostro stato di salute: una chioma sana, folta e lucida è indice di un buono stato fisico. Ma oggi le cose sono più complicate: quasi tutte le donne e una parte sempre crescente di uomini hanno i capelli trattati: permanenti, stirature, decolorazioni, tinture ecc. Tutti questi trattamenti indeboliscono il capello e lo rendono più vulnerabile. In estate il calore, i sali contenuti nel sudore, l’acqua di mare, i lavaggi più frequenti li rendono aridi, opachi, elettrici e ribelli. La luce del sole scolorisce e rovina la tinta ed i trattamenti riflessanti, dando a volte sfumature di colore molto poco naturali. Gli shampoo aromatici Witt detergono i capelli senza rovinarli, lasciandoli morbidi e luminosi.

Per rinforzare i capelli e aumentarne la crescita è utile prima di partire per il mare un trattamento con fiale all’equiseto, da ripetere al ritorno a casa, per affrontare serenamente la fisiologica caduta che avviene nel periodo invernale. Ricordiamo che l’estate deve essere un periodo di ferie anche per i nostri capelli che risentono moltissimo dello stato di stress in cui viviamo tutto l’anno e dell’inquinamento atmosferico in cui sono immersi quotidianamente.