La corretta igiene del sonno

Ansia, stress, vita frenetica, cene troppo abbondanti sono solo alcuni dei fattori che disturbano una tra le principali attività fisiologiche: il dormire!

Esatto, non siamo più capaci di riposare bene per godere di un sonno ristoratore.

Innanzitutto dormire è un’attività che serve a tutti gli essere viventi, animali o vegetali che siano.

Alberi e piante si preparano al loro riposo in autunno, sopiscono le loro attività in inverno per risvegliarsi più vitali che mai in primavera. Nel regno animale invece si possono distinguere due comportamenti, perché alcuni animali, come l’uomo, soddisfano il bisogno di riposo regolando il ritmo sonno-veglia con l’alternarsi del giorno e della notte, mentre altri utilizzano il sonno anche come difesa e nelle stagioni sfavorevoli cadono in letargo.

Il dormire non è una condizione fine a se stessa e considerarlo necessario solo per riposarsi è riduttivo. Durante il sonno si susseguono diverse fasi molto importanti per il sistema nervoso, avvengono numerose interazioni cellulari e neuronali che durante lo stato di veglia non avvengono. Ciascuna di queste fasi, che non discuteremo in questa sede perché molto complesse, coinvolgono delle attività specifiche che possiedono dei ritmi ben precisi, fondamentali per risvegliarsi al mattino con la giusta carica.

Il giusto riposo è basilare per rifornire il corpo di energie a livello fisico e mentale, perché permette di staccare la spina da stress e negatività di varia natura. Al contrario dormire poco o male, non ci permette di allontanare i problemi e li fa percepire addirittura ingigantiti.

Non a caso spesso diciamo “è meglio dormirci su” oppure “ne riparliamo dopo una bella dormita”, proprio perché a mente riposata si ragiona meglio.

Ma non solo! Autorevoli studi pubblicati su riviste scientifiche hanno dimostrato che dormire fa dimagrire! Innanzitutto, dormendo abbiamo meno stimoli a mangiare, ma soprattutto una diminuzione del sonno comporta una riduzione del metabolismo dei grassi che non vengono assimilati e smaltiti correttamente per cui si accumulano. Un altro fattore è dovuto ai due ormoni grelina e leptina, che regolano rispettivamente i meccanismi “ho fame” e “non ho fame”. Quando si dorme bene e per un tempo adeguato (dalle 6 alle 9 ore) si produce in quantità elevata la leptina che stimola l’organismo a consumare le scorte adipose.

Dormire bene è una condizione che dobbiamo soddisfare per il nostro benessere. Per favorire ciò e allontanare disturbi come l’insonnia, a meno che non si soffra di patologie particolari, sono sufficienti piccoli accorgimenti anche molto piacevoli.

L’ora che precede l’andare a coricarsi dovrebbe essere una specie di rituale da compiere quotidianamente per predisporre il corpo al sonno. Evitare tutto ciò che potrebbe agitare, come bevande a base di caffeina, alcool, fumo, attività stimolanti. Meglio una tisana rilassante, un bagno caldo e una camera da letto che favorisca il relax, senza televisore o computer, fresca e con arredi comodi e piacevoli (dal materasso al profumo per ambiente).

Witt consiglia di diffondere Gocce di Benessere Relax nell’ambiente, sorseggiare la buonissima Tisana Rilassante e infine un po’ di coccole con Crema Viso e Crema Mani Rosa del Cile!