Io scelgo Vegan OK: ecco perché!

Vegan Ok

Argomento molto di moda, ampiamente diffuso e altrettanto discusso è quello dello stile di vita vegano.
Si tratta di una filosofia di vita dettata da chiari principi etici di rispetto per la vita animale e basata su una visione non violenta della vita. Un’esistenza vegana riguarda dunque non solo l’alimentazione ma tutti gli aspetti della vita a 360° perché è un rifiuto di tutto ciò che comporta lo sfruttamento e l’uccisione intenzionale di animale. Un vegano quindi non solo non mangia animali, ma non utilizza oggetti che si ottengono da animali (es. pellice, avorio, …) e non partecipa alle attività che ne implicano lo sfruttamento (es. il circo, manifestazioni folkloristiche, competizioni sportive, …).

L’utilizzo di sostanze di origine animale però è molto diffuso nella moderna produzione industriale tanto che la pratica del veganismo “puro” è praticamente impossibile. Si possono trovare sostanze di derivazione animale in oggetti insospettabili: sigarette, palline da tennis, freni, …. Per un’altra serie di cose è addirittura difficile accertare il coinvolgimento o meno di derivati animali.

L’alimentazione vegana

Proprio per questo non mi addentro oltre, ci sono molti aspetti ancora in fase di studio ed elaborazione! Preferirei spostare l’attenzione sull’alimentazione vegana ma da un punto di vista differente.
Si tende a stupirsi della moltitudine di alimenti che un vegano non mangia (carni, pesce, latte, uova …) al contrario io osserverei cosa mangia e quali accorgimenti adotta per insaporire e arricchire la propria dieta.
Ciò nasce dal fatto che, eliminando le proteine animali, devono integrare la loro dieta con vegetali che possiedono le medesime caratteristiche ed evitare quei cibi elaborati che tendono a diminuire la disponibilità di tali nutrienti. Ne risulta dunque, se ben bilanciata, una dieta molto salutare che permette anche di risolvere o prevenire disturbi anche molto seri (ipertensione, sovrappeso, cardiopatie, …).
Un’abitudine che accomuna tutto il mondo è quello del consumo di insalata. Un vegano la condisce con poco sale marino oppure lo sostituisce con l’agro di umeboschi oppure il gomasio, la salsa di soia. Inoltre la arricchiscono con frutta secca, semi tostati o alghe secche. Tutti alimenti ricchi di vitamine, sali minerali che donano ai piatti un sapore speciale.
La dieta vegana inoltre è ricca di cereali, pane e pasta integrale che vengono metabolizzati meglio a livello gastrointestinale.
Un ultimo aspetto importante su cui riflettere è l’impatto ecologista e umanitario: per ottenere 1 Kg di carne servono circa 15 Kg di vegetali per nutrire gli animali, senza considerare l’acqua necessaria per tutti questi lavori, lo spreco di combustibile, di terreno, ecc…! Si potrebbero sfruttare tali vegetali, cereali e acqua per il consumo umano diretto e ne trarremmo tutti numerosi vantaggi!

Witt e la filosofia vegana

Per Witt la scelta di intraprendere la filosofia vegan e richiedere la certificazione Vegan ok è stata una semplice evoluzione dell’amore per la natura, il rispetto degli animali e dell’ambiente che l’hanno contraddistinta fin dalla nascita!