I Flavonoidi: l’arcobaleno per la salute

Flavonoidi

Verde è l’insalata, ottimo colore: è un verde che fa tanto bene al cuore. Agli occhi invece fanno benone, la verdura gialla e quella arancione. Pomodori e rape non dimenticare: il colore rosso è molto salutare. Melanzane e radicchi, verdure blu e viola, migliorano la memoria, così vai meglio a scuola. Il bianco di finocchio e cavolfiore protegge i polmoni e ancora il cuore. Nell’orto di mio nonno, non si discute, c’è il vero arcobaleno della salute!

Questa allegra filastrocca che imparano i bambini all’asilo racconta dei benefici di frutta e verdura per associazione di colori. Tali abbinamenti hanno profonde radici scientificamente dimostrate, infatti le sostanze responsabili delle vivaci colorazioni di fiori, frutti e ortaggi in natura sono i flavonoidi, o bioflavonoidi.

I flavonoidi e la nostra salute

I Flavonoidi sono molto utili alla salute perché sono potenti antiossidanti, tanto da essere soprannominati gli “spazzini” dei radicali liberi e hanno una fortissima azione antinfiammatoria, che agisce anche nei confronti delle malattie autoimmuni. Inoltre migliorano la permeabilità capillare e il microcircolo eliminando molti problemi legati alla circolazione venosa. Negli ultimi anni sono stati eseguiti degli studi che ne hanno dimostrato una forte attività anti-cancro, anche su diversi tipi di tumore. Si tratta quindi di una famiglia di composti estremamente utile alla vita e al benessere dell’uomo.
In natura ne sono stati classificati oltre 5 mila, ma il loro effetto terapeutico dipende specialmente dal fitocomplesso, ovvero dall’insieme di tutte le sostanze contenute nel vegetale.
I risultati di recenti ricerche sui flavonoidi hanno fortemente ribadito la loro potenza. Sono state studiate le abitudini alimentari di francesi e asiatici, la prima ricca di grassi, mentre la seconda di cibi affumicati.
Gli scienziati si aspettavano un alto livello di malattie o disturbi causati da un consumo eccessivo di tali alimenti, invece la buona abitudine di bere vino rosso per i francesi e di tè verde per gli asiatici, prodotti ricchissimi di flavonoidi, hanno protetto queste popolazioni. La dieta consigliata alle donne in gravidanza, a base di frutta e verdura, è ricca di flavonoidi proprio per l’apporto dei numerosi benefici e nutrienti fondamentali per l’organismo. Consumiamo dunque frutta e verdura a volontà, almeno una porzione ad ogni pasto, possibilmente freschi e di stagione avendo l’accortezza di variare i colori. Inoltre sarebbe meglio consumarli crudi e, se possibile, con la buccia.
Da non dimenticare la propoli, l’olio di oliva messo a crudo, un buon bicchiere di vino rosso e un consumo moderato di tè e caffè. Infine è molto salutare sostituire il sale o ricchi condimenti con spezie ed erbe aromatiche, ricche di antiossidanti, che si possono coltivare in vasi sui balconi senza avere necessariamente un grande spazio a disposizione.
Cardionature, Carota perle, Propoli e Vistaven fanno parte dell’arcobaleno della salute di Witt Italia!